Home » Parliamone » NUOVE MONETE COMPLEMENTARI NASCONO IN GRECIA

NUOVE MONETE COMPLEMENTARI NASCONO IN GRECIA

La moneta complementare va incontro ai Greci, a corto di Euro; lo si legge all'interno di un articolo di Linkiesta. Si chiama Obolo a Patrasso, si chiama Tem a Volos, continuano a crescere, ma comunque si chiamino il risultato non cambia: beni e servizi vengono scambiati senza l'utilizzo dell'Euro, bensì attraverso l'utilizzo di una moneta complementare. E' sempre più evidente come, soprattutto in tempi e luoghi di crisi, ma non solo, è essenziale creare sistemi di scambio complementari e reti di soggetti organizzati in grado di sfruttare i vantaggi della moneta complementare: dove e quando manca moneta (in questo caso l'Euro) e l'economia finanziaria non funziona, è necessario tornare all'economia reale utilizzando monete complementari per aumentare il potere d'acquisto collettivo. In sostanza se è vero che nella Grecia le risorse ci sono, ma non possono essere scambiate poichè scarseggia l'Euro nelle tasche e nelle casseforti dei Greci, allora perchè non creare una moneta complementare, per effettuare gli scambi, sconnessa alle vicissitudini della finanza?

>> Iscriviti alla newsletter per ricevere le news